Come applicare la Remissione in bonis per la tardiva asseverazione nel sismabonus acquisti

Come applicare la Remissione in bonis per la tardiva asseverazione nel sismabonus acquisti

La sanzione di 250 euro, prevista per la remissione in bonis in caso di mancata presentazione dell’asseverazione necessaria per il sismabonus acquisti, ricade sul soggetto obbligato a depositare tempestivamente l’asseverazione stessa, ovvero la società costruttrice promittente venditrice.

Questo contenuto
è riservato ai soci Ance Verona.
Per la visione completa è necessario associarsi.