Agevolazione Prima Casa: Necessaria l’accettazione del beneficiario nei contratti a favore di terzi

Agevolazione Prima Casa: Necessaria l’accettazione del beneficiario nei contratti a favore di terzi

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’interpello n. 145 del 4 luglio 2024, ha chiarito che l’agevolazione prima casa, nei contratti stipulati a favore di terzi, può essere applicata solo se il terzo beneficiario dichiara di voler profittare della stipulazione e rende le dichiarazioni agevolative contestualmente. Questo principio si basa sull’art. 1411 del codice civile, che prevede l’acquisizione del diritto da parte del terzo solo con la sua dichiarazione esplicita di accettazione. Nel caso in esame, la mancata dichiarazione del terzo ha impedito l’applicazione dell’agevolazione.