Diritto di Superficie: Trattamento contabile e fiscale

Diritto di Superficie: Trattamento contabile e fiscale

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 8758 del 3 aprile 2024, ha fornito importanti precisazioni sul trattamento contabile e fiscale del diritto di superficie a tempo determinato. Secondo la sentenza, il costo una tantum per la costituzione di tale diritto, se considerato “accessorio” al costo del fabbricato secondo l’art. 2426 co. 1 n. 1 c.c. e il documento OIC 16, deve essere incluso nello Stato patrimoniale sotto la voce “B.II.1 “Terreni e fabbricati”. Questo costo va quindi patrimonializzato con il fabbricato a cui si riferisce, permettendone l’ammortamento uniforme secondo l’art. 102 del TUIR.